cronaca

Finisce in manette la banda dei furti nelle abitazioni

lunedì 12 gennaio 2004

Avevano rubato anelli, bracciali, orologi e catenine per un valore di circa 20 mila euro, ma quando i carabinieri sono riusciti a bloccarli al termine di un pericolo inseguimento in auto, hanno tentato di nascondere la refurtiva addosso ai due neonati che portavano con s. Addirittura hanno infilato alcuni anelli alle dita dei bambini ed occultato altri oggetti nei vestitini e nei pannolini dei piccoli.

L'escamotage si rivelato inutile. I carabinieri di Orvieto e Monteleone hanno infatti sgominato la banda composta da un uomo e tre donne nomadi di origine croata recuperando il bottino di tre diversi furti che erano stati messi a segno a Colonnetta di Prodo e Baschi. Domenica pomeriggio, la Fiat Uno dei nomadi stata intercettata all'altezza della rotatoria di Orvieto scalo e bloccata dopo un inseguimento a tutta velocit lungo la strada Bagnorese. I carabinieri hanno rinvenuto numerosi oggetti d'oro nascosti nell'abitacolo ed indosso ai bambini e decine di altri anelli e bracciali occultati nel portabagli. La banda stata riconosciuta dai proprietari della refurtiva che si erano recati nella caserma dei carabinieri per recuperare gli oggetti di valore. L'unico uomo del gruppo stato rinchiuso nel carcere di Orvieto mentre le tre donne, di et compresa tra i 21 ed i 29 anni, in quello femminile di Perugia dove si trovano anche i due bambini in attesa di una loro sistemazione alternativa.

Commenta su Facebook