cronaca

Schizofrenia azzurra sul parcheggio

martedì 16 dicembre 2003

Con l'astensione  determinante del consigliere provinciale di Forza Italia Luca Regoli è stata approvata in Consiglio provinciale il progetto per la realizzazione del parcheggio interrato di via Roma. Un voto in totale controtendenza rispetto all'orientamento seguito da Forza Italia che ad Orvieto aveva contestato vivacemente il progetto. Dura la reazione del consigliere provinciale della Margherita Andrea Scopetti impegnato in prima linea contro il parcheggio sotterranneo che, in una prima fase era stato bocciato dal Tar su ricorso di Maurizio Conticelli.

Ecco il commento di Scopetti al voto espresso dal Consiglio provinciale: "Il piano attuativo, non solo è in contrasto con il Piano regolatore generale del Comune di Orvieto già oggetto di un ricorso al TAR dellUmbria che ha avuto esito positivo- ma non rispetta la normativa vigente, ed in particolare non soddisfa le disposizioni degli articoli 18, 19 e 20 della legge regionale n°31 del 1997. Aspramente critico lo stesso Consigliere -in una dichiarazione successiva alla riunione del Consiglio- nei confronti della maggioranza che, da sola, non avrebbe garantito il numero legale, raggiunto grazie alla presenza in aula del Consigliere Regoli (Fi).

In proposito Scopetti ha affermato, annunciando di riservarsi eventuali azioni legali contro questa pratica, che per lennesima volta i problemi del Comune di Orvieto vengono risolti grazie al determinante contributo di parte della coalizione di centro-destra, un comportamento, questo, che fa nascere molti interrogativi, non solo sullo stato di complicità tra la maggioranza di centro-sinistra orvietana ed importanti elementi della coalizione di centro-destra, ma anche sul livello di affidabilità e coerenza politica che il centro-destra, nei momenti cruciali e nelle decisioni più importanti, non manca mai di dimostrare.


Questa notizia è correlata a:

Commenta su Facebook