cronaca

"Abbiamo fatto tutto quello che potevamo fare nell'interesse della nostra scuola"

domenica 23 marzo 2003
In merito alla soppressione delle prime classi di Geometri, Moda e Meccanica dell'istituto d'istruzione tecnica e professionale, pubblichiamo una lettera che ci è stata inviata dal Consiglio d'istituto. Lo stesso organo che era stato oggetto di forti contestazioni da parte di alcuni professori a causa dei criteri che erano stati adottati per ridistribuire le iscrizioni all'interno delle sezioni con lo scopo di evitare le prescrizioni della circolare ministeriale che impedisce di costituire classi con meno di venti alunni.

Il Consiglio d’Istituto preso atto di quanto apparso nei giorni scorsi sulla stampa precisa quanto segue: 1. ravvisando numerose e grossolane inesattezze riguardo a quanto riferito relativamente alla formazione delle prime classi di questa scuola esprime amarezza e perplessità ;

2. in data 11.03.03 la Direzione Regionale diramava una circolare avente per oggetto “dotazioni organiche del personale docente anno scolastico 2003/04” in cui tra l’ altro stabiliva una serie di indicazioni vincolanti proprio rispetto al numero di iscritti alle prime classi. Il Consiglio, dopo attenta e scrupolosa analisi delle situazioni oggettive dei singoli indirizzi e corsi, si atteneva al dettato del MIUR, al fine di evitare dispersione di risorse, tenuto conto che il termine di presentazione delle risultanze di eventuali ridistribuzioni era fissato al 17.03.03;

3. il Consiglio d’Istituto, di fronte all’adempimento dovuto, non ha mancato di considerare tutte le particolarità, oltretutto estremamente complesse, che caratterizzano questa istituzione scolastica che da tre anni si articola su tre scuole con più indirizzi di studio che presentano peculiarità ed esigenze molto diverse l’una dall’altra;

4. sin dal mese di febbraio, il Dirigente Scolastico e i competenti organi della scuola si erano attivati con i superiori Uffici Scolastici e gli amministratori degli Enti Locali per cercare opportuna soluzione in prospettiva di possibili tagli alle classi;

5. risulta pertanto priva di qualsiasi fondamento la notizia che il Consiglio abbia deliberato di sopprimere le prime classi degli indirizzi di Meccanica, Moda e Geometri, anzi ha operato nella direzione di attivare il maggior numero di classi, partecipando con alcuni consiglieri alle riunioni tenute con i genitori, tentando di mantenere il corso di Geometri e, successivamente, quello di Meccanica, ottenendo, nel rispetto della volontà espressa dalle famiglie, risultati comunque migliori della situazione iniziale;

6. in conclusione, il Consiglio ha operato con coscienza, seguendo doverosamente le disposizioni ministeriali, non trascurando però la benché minima possibilità di agire nell’interesse dell’Istituto, degli alunni e delle rispettive famiglie. Il Consiglio d’Istituto sente la necessità di esternare al Dirigente Scolastico apprezzamento per l’impegno profuso nell’intera vicenda e solidarietà per i recenti attacchi del tutto gratuiti di alcuni sul suo operato.

Questa notizia è correlata a:

Commenta su Facebook