costume

Mai così "frizzante" il Palazzo del Gusto. Tutto merito di TrentoDoc

sabato 3 gennaio 2009
di laura
Mai così attivo e animato, considerando l'inverno, Il Palazzo del Gusto di Orvieto che, restituito a un nuovo e fresco decoro dai recenti lavori di manutenzione eseguiti dalla Provincia di Terni nel complesso del San Giovanni, partecipa per la prima volta a Umbria Jazz Winter: tre mostre in allestimento, tra cui la raffinatissima chicca delle ceramiche antiche e moderne riconducibili al porco cinturello di Sant'Antonio; un concerto di chitarra ogni tardo pomeriggio, che ha sempre registrato il tutto esaurito e che si conclude con una degustazione giusto all'ora dell'aperitivo; e, ogni giorno alle 17, un laboratorio del gusto con la collaborazione dei Sommelier Fisar e della condotta Slow Food. Protagonista indiscusso, con il suo limpido oro e il suo allegro, frizzante perlage, il marchio TrentoDoc, planato sulla Rupe del vino per promuovere e gemellare i suoi ottimi spumanti. A incoraggiare l'alleanza anche la presenza, a Trento, di un'istituzione molto simile a Il Palazzo del Gusto: Palazzo Roccabruna, la casa dei prodotti trentini. Tra i quattro laboratori, non caso quello di oggi, sabato 3 gennaio, è stato titolato “Verticale da brivido”: perché, se non da brivido di suspence, sono state certamente da scossa di maturo piacere le quattro grandi riserve proposte. A guidare la degustazione è stato Enrico Paternoster, direttore dell'Istituto Agrario di San Michele all'Adige, uno dei massimi esperti nazionali di spumanti. Ospite dal Trentino anche Mauro Levi, responsabile della Camera di Commercio di Trento e di Palazzo Roccabruna. Per etichette via via ascendenti, si è iniziato con un Mach Riserva del Fondatore 2004, per proseguire con un Methius 2003 e un Altemasi 2004, tutti con uvaggio misto di chardonnay e pinot nero; fino a una superba riserva Giulio Ferrari 1999, magnifica sontuosità finale, a giusto ricordo, nel nome, del fondatore della celebre casa vinicola trentina. Morbido, mai impattante, mai provocante, dal retrogusto di caffè d'orzo e sentore di miele d'acacia, il Giulio Ferrari può essere considerato una vera e propria leggenda delle bollicine. Chardonnay puro, è espressione di un vitigno localizzato a Maso Pianizza, sulle colline che incorniciano Trento, che gli esperti considerano un capolavoro della natura. Figlio di uve rigorosamente perfette, la sua maturazione è allungata sino a dieci anni, in una sfida con il tempo a cui pochissime case di metodo classico si arrischiano. Creazione di Mario Lunelli, enologo principe della casa trentina, il Giulio Ferrari è tra i vini più titolati d'Italia. Non c'è spumante che abbia raccolto tanti riconoscimenti. L'alloro chiamato a raccontare, più di ogni altro, la sontuosità delle bollicine di una bottiglia di Giulio Ferrari è stato raccolto in un confronto con il Dom Pérignon, il mito dello champagne. L'esito della degustazione verticale che aveva coinvolto sette annate non ha consacrato, tra i due, un vincitore : Giulio Ferrari e Dom Pérignon risultarono, per gli esperti, alla pari. E d'altra parte Giulio Ferrari, che fondò la sua azienda vitivinicola nel 1902 a soli 23 anni, dopo aver compiuto i suoi studi di agronomia e enologia prima alla Imperial Regia Scuola Agraria di San Michele all'Adige e poi alla celebre Scuola di Viticoltura di Montpellier in Francia, aveva lavorato per qualche tempo a Epernay, nel cuore della Champagne, per apprende i segreti della produzione dello spumante con il metodo classico, noto anche come “champenois”, che trasferirà con una sfida senza pari nel suo Trentino. Secondo quanto illustrato da Paternoster, sono i 600 metri delle colline del Trentino a determinare, per i vitigni dei TrentoDoc, un microclima paragonabile a quello della terra di Champagne; mentre il segreto del successo di questi vini dipende dall'unione tra terroir e tecnologia. Importanti anche i tempi di affinamento, che vanno dagli 11 mesi minimo fino ai 36 e oltre, per arrivare allo straordinario record del sopra citato Giulio Ferrari. Che, attenzione, si accompagna bene ad antipasti e secondi, ma non va mai forzato all'abbinamento con pasticceria e dolci. Molto soddisfatto il Direttore de Il Palazzo del Gusto, Pier Giorgio Oliveti. "Finalmente - afferma - questo luogo così a lungo decentrato e sottovalutato nonostante l'importante ruolo che può giocare nell'economia e nella cultura cittadine, comincia ad avere, sia da parte delle istituzioni che da parte dei fruitori, quell'attenzione che merita. Presto, come è noto, proprio qui partirà la collaborazione con l'Università dei Sapori di Perugia per la Scuola di Cucina dell'Istituto Alberghiero, recentemente istituito a Orvieto. Speriamo che anche questo scopo, finalmente raggiunto, contribuisca ad accrescere l'attenzione su questo contenitore e sul contributo che può dare all'appeal e allo sviluppo della città".

Commenta su Facebook

Accadeva il 20 settembre

Sfilata di moda lungo Corso della Repubblica per Duedimè Concept Store

Amici della Terra: "Finalmente riconosciute le nostre ragioni"

Paolo Ricci, il gioiellino di Orvieto dagli Allievi Elite del Montefiascone al Savio

Cena del Serancia a Torre San Severo. Palazzo Simoncelli si veste di bianco rosso

No al terzo calanco, "Sentenza che cambierà la storia dei rifiuti in Umbria"

Al PalaPapini Zambelli Orvieto fa le prove generali col Baronissi

Festa dell'Arte all'Università della Tuscia, per sentire e vedere

Cane malato e abbandonato. L'appello: "Fate qualcosa per aiutarlo"

Con Maria a Roma, da Papa Francesco a bordo del treno storico

Incendio alla Piscina, in corso i lavori di pulitura. Si riapre ad ottobre

Pulizia del centro, troppo rumore e disagi. Germani: "Verifiche in corso"

Inquinamento acustico in Strada del Piano, soluzioni in alto mare

Varchi in Via Soliana e Via Malabranca, partiti i lavori

Contributo all'Associazione Lea Pacini, botta e risposta in Consiglio

"Ticket sanitari, il problema esiste". Il 5 ottobre incontro tra Conferenza dei sindaci e Usl Umbria 2

Prelevati soldi dal fondo di riserva: spesi in cultura, servizi e sport

Ratificata dal Consiglio la variazione di bilancio per la manutenzione della Scuola Barzini

Niente Stati Generali del Turismo. "Non c'è alcuna intenzione di ascoltare"

Verso il "Patto per la Sicurezza" del territorio, va avanti la burocrazia per la video-sorveglianza

Liste d'attesa sulle prestazioni sanitarie. Sì unanime del consiglio all'ordine del giorno

Tappa nell'Orvietano per il "Press Tour Umbria" sulla Via Romea Germanica

In mostra alla Casa del Vento due capolavori del Rinascimento

"Come mia madre", una mostra per celebrare il mese mondiale dell'Alzheimer

La Sezione Comunale Avis di Giove festeggia vent'anni di attività

Galgano (CI): "Bene lo stop al terzo calanco, ha vinto la comunità"

Sicurezza urbana, la Regione Umbria vara il piano di programmazione

Settore estrattivo, interrogazione di Nevi (FI) sugli intendimenti della giunta regionale

Adesione "Puliamo il Mondo 2017". Grassotti: "Un'occasione importante"

Ippocastani secchi in Viale IV Novembre, disposta l'ordinanza per l'abbattimento

L'esperienza di gestione di lupi e cinghiali del Parco dei Sibillini approda in Portogallo

Laureati, in Umbria 1.320 assunzioni nel trimestre. Ecco dove

"Sharper 2017". Duecento volontari per la Notte Europea dei Ricercatori

Premi alle associazioni in cammino lungo la Via Francigena

Sanità, Cittadinanzattiva e TdM incontrano i cittadini al Circolo di Ciconia

Interventi sulle condotte idriche, possibili interruzioni del servizio

Addio alla Scuola per Adulti: la denuncia "Il Comune rinuncia senza reagire"

Fondazione Cassa di Risparmio di Orvieto, Marco Fratini entra nel consiglio di indirizzo

Frate Alessandro Brustenghi, la voce di Assisi dona voce all'organo del Duomo

Le Giornate Europee del Patrimonio 2016 portano "Sotto e Sopra la Città"

Con "ChocoMoments Orvieto", scatta l'ora dei golosi. Tre giorni da leccarsi i baffi

L'Unitre inaugura il 26esino anno accademico. Recital al Palazzo Comunale

Michele Fattorini in Sicilia: "L'errore ci può stare, proveremo a rifarci"

Istruzioni per l'uso del compleanno

La Zambelli Orvieto torna in campo a Firenze

Poggio Gramignano, Chiesa della Collegiata e musei aperti per le Giornate Europee Patrimonio

"Orvieto sempre più distante da Roma". Sacripanti chiede conto della soppressione dei treni

Come un tremore

Province, entro fine mese tutto il personale avrà la sua destinazione

"AMAtriciana della solidarietà" in Piazza Roma

Memorial Alessio Corradini, il programma della giornata

"Architettura e Natura", chiusa la quarta edizione. Positivo, il bilancio [Video]

Seconda edizione per la Giornata della promozione dello sport e delle attività ricreative

Corso sulla cura dell'ictus e integrazione interna all'Usl 2

Ricordando Margherita

"Orvieto diVino". I vini della Rupe al simposio internazionale in Ambasciata d'Italia presso la S.Sede

Ultimo saluto all'uomo schiacciato dal crollo del solaio della propria abitazione

Promozione e marketing turistico, incontro in Comune per gli operatori del settore

Ventennale di OCC. Nel fine settimana, stand Fisar e incontro "Oltre il cancro...10 anni dopo”

Festa della Madonna della Mercede. Il programma completo, l'ordinanza della viabilità

Meteo

mercoledì 07 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 9.1ºC 94% discreta direzione vento
15:00 8.8ºC 90% discreta direzione vento
21:00 4.4ºC 97% buona direzione vento
giovedì 08 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 8.6ºC 87% buona direzione vento
15:00 12.6ºC 55% buona direzione vento
21:00 7.5ºC 84% buona direzione vento
venerdì 09 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 10.7ºC 81% buona direzione vento
15:00 12.8ºC 69% buona direzione vento
21:00 6.6ºC 97% buona direzione vento
sabato 10 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 10.5ºC 92% buona direzione vento
15:00 11.6ºC 94% buona direzione vento
21:00 10.0ºC 98% foschia direzione vento

Previsioni complete per 7 giorni