costume

Venti Ascensionali. Con Giacomo Marramao il fascino attuale della Filosofia

domenica 7 dicembre 2008
di C. B.
Sabato 29 novembre l’edizione 2008 di “Venti Ascensionali” ha proposto con successo ad Orvieto un evento di rilevante valenza culturale. Il Professor Giacomo Marramao, docente di Filosofia Politica e Filosofia Teoretica all’Università di Roma 3, figura tra le più importanti del panorama culturale Italiano, i cui studi rappresentano una delle riflessioni più acute ed equilibrate dell’attuale scenario globale, ha tenuto due importanti iniziative nella Città. Nella prima parte della giornata il Professor Giacomo Marramao ha svolto una lectio magistralis agli studenti dell’ultimo anno dei Licei Artistico, Classico e Scientifico. Partendo dai recenti attentati terroristici in India, ha affrontato lo straordinario mutamento di scala che accompagna i fenomeni politici della nostra epoca. Un mutamento che chiama in causa i concetti di identità e differenza, di locale e globale. La contraddizione fra il nascere di nuovi Stati-Nazione e l’indebolimento della figura dello Stato-Nazione, troppo piccola per affrontare le dinamiche dell’omologazione del pianeta sotto il modello unico del “mercato globale”, troppo invasiva per dialogare con le nuove forme di localismo, impreparate a fronteggiare il costituirsi di nuove identità. Rilevante e positiva è stata la costante attenzione prestata dagli studenti durante tutta la lezione, alla quale è succeduto un altrettanto interessante scambio di domande fra gli studenti ed il Professore. Il colloquio tra i ragazzi ed il docente è poi proseguito in modo informale una volta terminata l’iniziativa. L’impegno dell’autore di “Passaggio ad Occidente” è quindi proseguito nel pomeriggio, dove, presso la Sala del Carmine, ha tenuto una conversazione pubblica dal tema “Il Futuro dell’Occidente”. Anche qui un pubblico folto e competente ha seguito con attenzione le sollecitazioni del relatore, ponendo poi una serie di domande che hanno dato vita ad un vivace dibattito. Una bella giornata per “Venti Ascensionali” che ha dato conferma della sua vocazione a costituirsi come luogo dove la cultura trova spazio nelle sue più variegate forme e linguaggi e dove è possibile richiamare l’attenzione di giovani e meno giovani su temi solo in apparenza di carattere generale, ma che in realtà ci investono direttamente nel nostro essere nel mondo.

Commenta su Facebook