costume

I Tamburi del Vesuvio giungono ad Orvieto. Con Nando Citarella prosegue Umbria Folk Festival

giovedì 21 agosto 2008
Venerdì 22 agosto alle ore 21,30 in Piazza del Popolo ad Orvieto Nando Citarella e i Tamburi del Vesuvio, per la seconda delle quattro serate consecutive di musica e degustazioni enogastronomiche. Dopo Eugenio Bennato a Guardea, la Nuova Compagnia di Canto Popolare a Porano e Ambrogio Sparagna con l’Orchestra Pizzicata ad Orvieto, proseguono le serate in Piazza del Popolo con l’energia vulcanica di Nando Citarella e i Tamburi del Vesuvio. Nel Vesuvio pulsano i ritmi che da sempre accompagnano i canti ed i balli tradizionali dell'area campana e di tutta l'Italia centro-meridionale. Ma "Terra e' motus" e il vulcano è il "grande tamburo" che scandisce il tempo per canti antichi e per nuove contaminazioni. Il progetto Tamburi del Vesuvio nasce, nel 1994, dalla volontà di Nando Citarella di dare voce alle contaminazioni etnico-culturali che la realtà sociale italiana stava cominciando ad esprimere. Negli anni dalla collaborazione di artisti provenienti dalle realtà etniche più varie e dalla direzione di Nando Citarella è nato un linguaggio proprio, una peculiarità espressiva che rende la musica dei Tamburi del Vesuvio antica e moderna al tempo stesso, in un perpetuo rigenerante viaggio senza tempo che ha portato i Tamburi del Vesuvio attraverso i maggiori festival italiani ed europei. Il concerto di Citarella sarà preceduto dall’intervento poetico di Sandro Candreva per il consueto spazio “Poesia per la Musica” e dall’esibizione dell’Antonio Ballarano Quartet, ensemble nato dall’unione di quattro valenti musicisti: Antonio Ballarano – voce, Antonio Ruvo – chitarra, Sandro paradisi – fisarmonica e Gianni Maestrucci – percussioni, per rendere omaggio a Napoli ed alla sua musica.

Commenta su Facebook