costume

Medioevo, che passione! Il Corpus Domini chiude i lunghi festeggiamenti orvietani

domenica 18 giugno 2006
di Davide Pompei
Nell’anno del Signore 2006, addivenne il dì 18 di giugno, a lo mattino de lo giorno ne la piazza de lo mercato, vedere uscire da lo Palazzo de lo Popolo agghindato con li stendardi della festa li quattro quartieri de la città di Urbe Vetus, ne lo ordine: Corsica, Stella, Serancia et Olmo. Preceduti ne la sera de la vigilia de lo Corpus Domini da la sfilata de le consorti dame e damigelle, da li sbandieratori di Vignanello e da li duellanti di Soriano del Cimino; anticipati da lo suono de li tamburi e de le chiarine, onorevoli messeri, aitanti cavalieri a capo di robuste milizie e saggi reggitori della nobilissima città, sfilarono per le vie cittadine, con orgoglio e fierezza, sotto lo sguardo attento e rapito dell’urbe tutta e del felicissimo contado accorso. Nobili et popolo, gente di lettere e di toga, mercanti et artieri di ogni arte, giudici co lo volto segnato da lo tempo e da la esperienza e perfino qualche virginea donzella invasero pacificamente la Rupe per partecipare a lo tradizionale giubilo de l’antica festa de lo Sacro Lino. Le donne, i cavalier, l’arme e gli amori, le cortesie, l’audaci imprese. L’Umbria rivive tra maggio e giugno la famigerata età di mezzo, veste le sue traballanti torri di stendardi, lustra le armature custodite nei castelli fortificati e sguinzaglia giullari e saltimbanchi nelle sue corti dei miracoli. La trafila dei secoli bui recupera il suo posto d’onore nel cammino dell’umanità, lasciando la sua brava impronta nel quotidiano arrancare dei moderni occidentali, assai lontani da trasognati sospiri e desideri mal sopiti di cortesi dame. Il Medioevo orvietano mostra il lato festoso e solenne, non perpetua la caccia alle streghe, non trasuda l’arretratezza culturale e le discriminazioni di genere degli anni degli untori e dell’inquisizione. Anni trascorsi a suon di bolle papali e cozzare di armi, macellazione del porcello e giorni di penitenza, case di legno e pestilenza, arcieri e balestrieri. Dal terrore per il peccato alla promiscuità forzata, quello del Medioevo è un mondo affascinante, instabile nonostante fosse gerarchizzato tra chi lavorava, chi combatteva e chi pregava e informato da Santa Romana Chiesa. Ordini monastici stratificati, tensioni fra signori e vassalli, astuti mercanti e delitti improvvisi, accese vendette tra opposte fazioni. Un ambiente ostile, in continuo rivolgimento, ma anche semplice, privo di sovrastrutture, concreto. Il medioevo è l’epoca del riconoscimento cromatico, che prima di sfociare nella discriminazione delle razze, veniva affidato agli sbandieratori che in guerra segnalavano, con i colori nell’aria, l’appartenenza ai rispettivi casati. Tutti marciano al ritmo del tamburo in un tam tam primordiale che rappresenta il simbolico tema del battito del cuore, la fisicità che va a tempo con le vibrazioni dello strumento. Età, altezza, corporatura e fisionomia dei personaggi sono alla base del reclutamento dei figuranti e dell’impersonificazione di un particolare ruolo. Il fermento enorme di cui è pregna Orvieto nei giorni del Corpus Domini è la gioia di indossare o vedere sfilare sotto i propri occhi l’orvietanità tramandata e la tradizione rinnovata. Ma anche l’accoglienza riservata a chi pur non essendo del posto, fa parte della città. Dal 1951 di parate ce ne sono state tante, nel tempo tanti sono i volti che si sono avvicendati e molte le innovazioni apportate, ma quella che è cresciuta è l’anima di chi indossa i costumi, calandosi nel ruolo. Prima di richiudere gli armadi e riporre i drappi appesi alla finestra, c’è ancora tempo per ricordare le parole di Fossier che, discorrendo di medioevo, con un filo di rimpianto, parlava di “un mondo dove il buon prodotto importava più del guadagno, il sentirsi fratelli più dell’esser compagni, il bene comune più dell’interesse privato, la rassegnazione più dell’iniziativa, la collettività più del singolo”. Parlava di secoli che, in fondo, non erano poi tanto bui.

Commenta su Facebook

Accadeva il 16 gennaio

In cammino nei luoghi e nella storia del Monte Peglia, candidato a Riserva Mab Unesco

Orvietano e Alfina nel primo Elenco degli Alberi Monumentali d'Italia

Ai piedi della Rupe il calore del Presepe ha fatto germogliare i semi dei grani antichi

Nuovi furti ai piedi della Rupe. Vertice del Comitato per l'ordine e la sicurezza

Animali benedetti a Ciconia e Bardano Alto nel nome di Sant'Antonio Abate

Social, sono le mamme il punto di riferimento delle pagine delle scuole viterbesi

Zambelli Orvieto nella tana del fanalino di coda Caserta

Trasporto scolastico, oltre 1,1 milioni di euro all'Umbria per i disabili delle superiori

"Un mondo di fiabe", letture ad alta voce alla Scuola Primaria

Rassicurazioni e risorse umane in arrivo per la Biglietteria della Stazione

Open Day alla Sezione Primavera e Scuola dell'Infanzia "Maria Bambina"

Ex Ospedale, in pubblicazione l'avviso di asta pubblica

Per il nuovo anno scolastico, a Ciconia nuova sede, nuovo orario

Nuovo Open Day all'Istituto Agrario. Il futuro è agricoltura e ambiente

Trasferta sarda per Monteleone, Livia Di Schino intervista Sergio Brio

Viperette di nuovo in campo con le Seven Pellegrins

Ritardi dei pagamenti Agea, le associazioni agricole e le centrali cooperative scrivono alla Regione

Gestione privata per l'illuminazione pubblica

Computer

Aiuto psiconcologico e cure palliative, firmata la convenzione tra OCC e Ausl Umbria 2

Fare Verde: "Bene il provvedimento antiplastica, siano i cittadini i veri protagonisti"

"Ogni maledetto giovedì" tornano i film di "Sequenze Frequenze"

Arriva il lunch box, nelle mense scolastiche si producono meno rifiuti

Morrano piange il parroco emerito don Ercole Plini

Differenziata, sacchetti dell'organico in distribuzione anche nelle frazioni

Tra animali benedetti e sacri fuochi, gli eventi nel nome di Sant'Antonio Abate

Una Vetrya Orvieto basket decimata torna a mani vuote da Assisi

"Degrado, abbandono e irregolarità". All'Ipsia e all'Artistico esplode la polemica

Terza edizione del Concorso di Poesia e Narrativa "Saverio Marinelli"

Scatta il senso unico alternato sulla strada provinciale 33

Provincia, guasto a sistemi informatici: entro la settimana ripristino strumentazioni

Fiocchi di neve sull'Orvietano. Pericolo ghiaccio: circoli stradali in pre allerta

L'appello dell’Avis fa centro: 153 donazioni in 4 giorni, ma è ancora emergenza

"Bravi emigrati, cattivi immigrati. Storie di Migrazioni da Ellis Island a Lampedusa"

Castel Viscardo e Allerona verso la valorizzazione delle produzioni agricole locali

"Il ruolo degli amministratori nel percorso riformista dell'Umbria, della Provincia e del Paese"

"Flussi migratori e gestione dell'emergenza migranti". De Angelis alla Scuola Sottufficiali dell'Esercito

Pensieri pensabili tra le nuvole

Aree Interne Sud Ovest Orvietano nel programma degli attrattori culturali della Regione

Comitato Pro Casa di Riposo San Giuseppe, rinnovate le cariche

Parcheggi e ascensori, si cambia. In pubblicazione il bando che riorganizza la sosta

Un anno di attività del Consiglio Comunale e primi impegni istituzionali del 2017

Portano paziente a cena prima dell’operazione, muore dopo 13 giorni. Coinvolto medico orvietano

Nuda di Magdala

Arrivai che stava facendo notte

Furono momenti di meraviglia

Il primo incendio scoppiò al teatro

"Le stratificazioni dell'arte: percorsi vecchi e nuovi in rete nel sistema museale di Todi"

Nuovo libro per Claudio Lattanzi. In uscita "Amore e sesso al tempo degli Etruschi"

La città piange la scomparsa di Antonio Barberani

Coop taglia, chiudono i supermercati di Sferracavallo e Acquapendente

Treno fermo per tre ore tra Fabro e Orvieto

Il PDL Orvieto sulla vicenda dei rifiuti alle Crete: "Gli imputati rinuncino al salvagente della prescrizione"

Coar Orvieto Juniores senza freni sul Magione

Sviluppo per Orvieto. Incontri con il Censis in vista della conferenza socio-economica di Marzo

"Majorana scuola aperta". Come informarsi meglio e iscriversi al Liceo Scientifico di Orvieto: scuola e docenti a disposizione delle famiglie sabato 14 febbraio

A proposito di Facebook... Vieri Venturi risponde a Pasquino

Sabato 17 gennaio ad Assisi Manifestazione nazionale per la pace in Medio Oriente. Il Programma

Le adesioni locali alla marcia di Assisi

L' Amministrazione Comunale di Orvieto aderisce alla manifestazione per la Pace in Medio Oriente

Chiediamo unÂ’informazione onesta. Appello della Tavola della Pace e di Articolo 21

Buconi: "Occorrono volti nuovi. Perdente la scelta di un candidato PD a Sindaco di Terni

A Roma manifestazione pacifista per la Palestina a Piazza Vittorio

Domenica 18 gennaio Allerona festeggia San Antonio Abate

Proposta di legge del PD per la riduzione del numero dei consiglieri regionali

Per Vinti (Prc), ridurre il numero dei consiglieri significa restringere gli spazi di democrazia. Piuttosto diminuire indennità e sprechi

Dai megadebiti per i parcometri alle megamulte

Si ridimensiona l'episodio del giovane di Collelungo arrestato per droga. Concessi i domiciliari

Il Crescendo rientra in possesso dell'immobile ex Mabro. E in più 75 mila euro per il danno d'immagine

Chiusure e prezzi maggiorati durante UJW. Il Caffè Montanucci dice la sua

Verso le primarie. Oltre 500 le firme raccolte da Loriana Stella