ambiente

Mengoni restituisce al mittente le accuse dei sindaci del Lago di Bolsena

mercoledì 10 aprile 2019
Mengoni restituisce al mittente le accuse dei sindaci del Lago di Bolsena

L'Amministrazione Comunale di Ronciglione rigetta con forza le accuse recentemente mosse al Lago di Vico in merito alla qualità delle acque e dell’ecosistema ad esso legato.

“Non vogliamo un altro lago di Vico” è diventato, infatti, lo slogan di quei sindaci del lago di Bolsena che stanno emettendo apposite ordinanze per contrastare la diffusione dei noccioleti intensivi sul proprio territorio. Una campagna nobilissima a tutela dell’ambiente, che non può però farsi forte di uno slogan mendace che rischia di mandare in fumo quanto fatto finora per preservare l’ecosistema del lago di Vico, con danni irreparabili alle attività commerciali ad esso collegate.

I dati raccolti dall'università della Tuscia dimostrano che dal 2013, con una sostanziale inversione di tendenza, la salute delle acque del lago di Vico ha iniziato a migliorare. Sicuramente c'è ancora tanto da lavorare per raggiungere uno stato ottimale delle acque, ma siamo consapevoli del valore di quanto fatto fino a questo momento ed intendiamo proseguire su questa strada.

Ricordiamo anche che l'ultimo decreto di balneazione, a seguito dei prelievi effettuati nelle zone Punta del lago, ristorante Sans Soucis, tratto da la Scaletta a Riva Fiorita, Lido Fogliano e ristorante La Bella Venere - sia in corrispondenza del Comune di Ronciglione che del Comune di Caprarola – ha dichiarato eccellente la qualità dell'acqua.

L’attività posta in essere dalle amministrazioni comunali in questi ultimi anni ha sempre messo al centro la salute dell’ecosistema del nostro lago: dalla regimentazione dell’utilizzo di fertilizzanti e fitofarmaci in agricoltura, al collegamento di tutte le utenze intorno al lago fornite dal collettore fognario, con il controllo degli scarichi non allacciati.

Pertanto, invitiamo i sindaci del lago di Bolsena a perseguire la loro battaglia ambientale senza denigrare le altre realtà, altrettanto impegnate nella tutela della salute dei propri cittadini e del proprio territorio.

Commenta su Facebook