ambiente

Anche Città di Castello dice basta ai rifiuti di tutta la comunità provinciale

venerdì 4 gennaio 2019
Anche Città di Castello dice basta ai rifiuti di tutta la comunità provinciale

"Siamo oltre ogni limite". Anche il sindaco di Città di Castello Luciano Bacchetta dice basta ad accogliere tutti i rifiuti provenienti dall’intera comunità perugina a causa di una mancanza di programmazione della materia e per impossibilità oggettiva di gravare il piccolo impianto di Belladanza di simili quantitativi. Come annunciato, giovedì 3 gennaio, il primo cittadino ha convocato una conferenza stampa per fare chiarezza sulla vicenda.

Presenti anche l’assessore comunale Massimo Massetti e il presidente e vice presidente del Consiglio comunale rispettivamente Vincenzo Tofanelli e Marco Gasperi. “Si sta compiendo un tentativo di mistificazione fuori luogo” ha esordito Bacchetta, in risposta a quanti lo accusano di campanilismo. “Città di Castello ha un impianto che è stato di recente rinnovato e adeguato (inaugurazione risale al luglio scorso) il cui costo è di circa 15 milioni di euro, di cui 3 milioni da fondi regionali e da 12 milioni da una società partecipata comunale, Sogepu. Il vice sindaco di Perugia parla di questo impianto come regionale, cosa che non è affatto.

Ma questo è un punto marginale della questione. Il fatto è, invece, che si continua a non affrontare il problema. La situazione di emergenza umbra, oramai datata, viene affrontata con delibere che vanno di mese in mese, scaricando ulteriormente sul nostro impianto tutti i problemi della comunità provinciale. Da ottobre l’impianto di Belladanza ha ricevuto ben 10 mila tonnellate in due mesi. A questi ritmi questo impianto rischia di chiudere in due mesi. Non è possibile che la comunità altotibeirna debba subire ritardi e inadempienze altrui. Rischiamo di essere immolati su un altare di non programmazione. Quello che contesto è che la comunità di Perugia abbia la percezione che i problemi siano a causa del Comune di Città di Castello”.

Il Consiglio comunale di Città di Castello ha votato un documento con il quale chiedeva al proprio sindaco di intervenire affinché non ci fossero più queste situazioni. “Sono mesi che si va avanti con proroghe senza interventi di programmazione. È necessario intervenire sulle due discariche del perugino ancora oggi inspiegabilmente chiuse”. Ad entrare nel merito degli atti è stato l’assessore Massimo Massetti che ha spiegato  come “la conferenza è giunta a seguito di una serie di riunioni dei consigli direttivi dell’Auri (Autorità Umbra Rifiuti e Idrico) di cui fanno parte i sindaci che non hanno portato ad una soluzione del problema.

Nel deliberato del Consiglio direttivo del 2 novembre si fissava come data ultima per una serie di programmazioni ed elementi di valutazione al 31 dicembre 2018.  Dopodiché si è tenuto in Regione un incontro il 5 novembre convocato dalla presidente e dall’assessore regionale dove si sono ribaditi quei concetti a scongiurare quello che oggi stiamo trattando. Da quella data siamo arrivati al 28 dicembre quando l’Auri ha convocato di nuovo il consiglio, sottoponendo di nuovo una proroga al 31 gennaio 2019, termine che è stato nuovamente modificato al 21 gennakio nella riunione del 31 dicembre.

Si ipotizza un progetto preliminare per la riapertura di Borgogiglione l’11 gennaio, un progetto definitivo il 28 febbraio e nel frattempo si chiedeva la valutazione di poter utilizzare 47.500 tonnellate utilizzabili fin  da subito per conferire i rifiuti della comunità perugina. Al primo deliberato Città di Castello non ha votato un’ulteriore proroga per un mandato politico del nostro consiglio comunale”.

“La mia presenza e quella del vice presidente del Consiglio comunale – ha sottolineato Vincenzo Tofanelli – a fianco al sindaco vuole rappresentare la coesione che il Comune di Città di Castello ha assunto rispetto a questa vicenda e che il primo cittadino ha tratteggiato nei suoi aspetti principali unitamente all’assessore. Alla ripresa dei lavori alla pausa natalizia, il 7  gennaio, la questione sarà di nuovo in discussione in Consiglio. Ribadisco – ha concluso il presidente del Consiglio – la necessità di trovare una soluzione condivisa che non penalizzi la città e l’impianto di Belladanza”.

“Ribadisco le preoccupazioni espresse riguardo a una spaventosa mancanza di progettazione – sono state le parole di Gasperi -. Di mese in mese si pensa di poter risolvere la situazione rifiuti di un’intera regione. Questo è preoccupante perché aldilà dello spazio fisico di dove mettere i rifiuti e dell’innalzamento dei costi, si palesa una mancanza di volontà di affondare il problema”.

Commenta su Facebook

Accadeva il 22 marzo

"Ficulle, Borgo del Belvivere". Progetto aperto, verso l'Ospitalità Diffusa

Al Mancinelli, "Ferite a Morte" di Serena Dandini. Con Lella Costa per dire "No" al femminicidio

"Le Elezioni viste della Rete", gli esiti del seminario all'Unitus

La Fit'n Dance Academy vola a Barcellona per il Campionato Mondiale di Danza

Paparelli al food show "Ciao Italia": "Grande vetrina per le produzioni umbre di qualità"

Vetrya, nuovo contratto con Vodafone Spagna per erogazione servizi mobile payment

Da Allerona Scalo, gli indirizzi pastorali del nuovo parroco

Le more

Le opere di Rita Paola in esposizione al Museo Colle del Duomo

Apertura straordinaria ed eventi in Biblioteca per la Settimana dell'Arte

"Orvieto per Tutti" sul centro storico: "Quale è il progetto?"

"Esercizio in tre atti per ritrovare le ragioni del legame tra luogo e comunità"

Pantano

Al Museo Civico di Zoologia presentazione del libro "Il mio primo grande libro sugli pterosauri"

Nuova seduta per il Consiglio Provinciale. L'ordine del giorno

Torna "Storie Sottobanco", i giovani studenti umbri diventano scrittori e si mettono in gioco

Alluvione, sei anni dopo. Il Comitato 12 Novembre 2012 sollecita interventi

Nessun dietro front su Piazza del Popolo. Aperto il confronto anche sul commercio

Inizia dal Porto Romano di Pagliano, la sensibilizzazione sull'Art Bonus

La soprintendente Margherita Eichberg in visita al Parco di Vulci

"Maremma d'aMare". Al via la quinta fiera delle tradizioni maremmane

L'Asd San Venanzo festeggia mezzo secolo di storia

Orvietana, Fatone spara sui "gufi"

Ingresso gratuito per tutti gli studenti per il docufilm "Pertini. Il Combattente"

A Magione si accendono i motori, driver e scuderie orvietane non stanno a guardare

"Coloriamoci di lilla". Luce accesa sui disturbi del comportamento alimentare

Brunori Sas, sold out la tappa umbra di "A Casa Tutto Bene Tour"

Michel de Montaigne per il secondo incontro dell'Osteria Philo

Alla Casa Laboratorio "Il Cerquosino", torna il progetto Erasmus Plus

Valeria Deanesi pronta al gran finale della Zambelli Orvieto

Il vescovo Benedetto Tuzia visita il Vicariato di San Terenziano

Under 20, seconda giornata del concentramento interregionale

A Villalba la “Sagra della Primavera”

Parlando di una lei

Nuovo team ufficiale Osella, a Fattorini la guida della PA30 V8 Zytek Evo

Ultimi giorni per visitare la mostra "Etruschi à la carte" e una nuova esposizione di carattere archeologico

Spacciavano droga a minorenni, in manette giovani orvietani

Quaresima: la guarigione pericolosa

Operazione Albornoz, tutti i dettagli del blitz

Lavori pubblici, quasi mille imprese iscritte nell'elenco regionale

"Slow life / Slow city. Ambiente, architettura, paesaggi del cibo: le piccole città del buon vivere come modello per le comunità urbane"

Eccidio di Camorena, corteo cittadino e presentazione del libro "Gli uomini di Mussolini"

La droga veniva nascosta nelle batterie, le foto

"Mille giorni di fallimenti politici e di arroganza". Olimpieri (IeT): "Germani alla frutta"

"Respira Parrano", Comune ed Università avviano lo studio aerobiologico dell'aria

Provincia, mobilitazione no tagli. "Niente più risorse per le strade", venerdì iniziativa per le scuole

Marcia per l'Europa, nel 60esimo anniversario dei Trattati di Roma

Bellezza ferita dal sisma, visita alle opere d'arte custodite a Santo Chiodo di Spoleto

Convenzioni tra ospedali, ad Acquapendente due medici specialisti di Orvieto

Riunito il "Tavolo Verde", dai provvedimenti post-sisma forte accelerazione pagamenti Psr

Asd Pm Pertica Orvieto: Vice Campioni Nazionali al campionato italiano a staffetta di pentathlon moderno

Settimana dell'Arte all'Istituto di Istruzione Artistica Classica e Professionale

È @governo.it, bellezza!

Al via la terza edizione del Master per gli "investigatori dell'arte"

Terza edizione per il Festival Nazionale dell'Educazione

"Fiorito è bello". Laboratorio di Primavera alla Biblioteca Ragazzi

Dio

Porano

Ampliata l'offerta di trasporto pubblico tra San Venanzo e Marsciano