ambiente

L'Unitus salva una felce acquatica destinata all'estinzione

mercoledì 20 dicembre 2017
L'Unitus salva una felce acquatica destinata all'estinzione

Rischiava di scomparire dalla faccia della terra ma per fortuna è salva, grazie a una collaborazione fra il Parco Regionale di Bracciano-Martignano e la Banca del Germoplasma dell’Università della Tuscia. Isoetes sabatina, piccola felce acquatica esclusiva del Lago di Bracciano da cui prende il nome, non sparirà. E questa è una fortuna. Perché quando una specie scompare dal pianeta non si può tornare indietro. Nel mondo esistono meno di duecento specie di Isoetes, felci dall’origine antica che, dall’inizio del Triassico, sono giunte ai nostri giorni adattandosi alla vita in ambienti acquatici o palustri. In Italia sono presenti solo nove specie, fra cui Isoetes sabatina, appunto, la felce che si trova solo nel Lago di Bracciano.

Si tratta di una felce di piccole dimensioni che vive sommersa a basse profondità (0,5-1,5 m) sul fondo sabbioso del lago. Nell’estate del 2017, però, ha rischiato seriamente di scomparire dal nostro pianeta. A causa della estrema siccità e in seguito al drastico abbassamento del livello delle acque del lago (fino a quasi 2 m) causato dalle eccessive captazioni, il suo habitat è progressivamente scomparso e, di conseguenza, la sua popolazione è diminuita fino quasi all’estinzione. Da questa emergenza è nata la collaborazione fra il Parco Regionale di Bracciano-Martignano e la Banca del Germoplasma dell’Università della Tuscia di Viterbo.

Quale piano è stato messo in atto? Nel mese di giugno sono state raccolte alcune piante spiaggiate o affioranti dall’acqua sempre più bassa; da queste sono state raccolte le spore che hanno permesso di riprodurre Isoetes sabatina in laboratorio, in vitro, in ambiente controllato. A oggi circa 300 piccole felci stanno crescendo nella Banca del Germoplasma della Tuscia per essere poi reintrodotte nel loro habitat all’interno del lago.

"Saranno reintrodotte nel lago quando si sarà ristabilita la condizione ottimale’’ ha spiegato la dottoressa Sara Magrini della Banca del Germoplasma che si sta occupando delle Isoetes e che ha permesso loro di non estinguersi. Ma cosa sarebbe successo se questa popolazione si fosse estinta? ‘’Estinguersi significa scomparire completamente – ha proseguito la Magrini – questa piccola popolazione del Lago di Bracciano è l’unica al mondo, se fosse scomparsa, sarebbe scomparsa una intera specie da tutto il pianeta. Senza possibilità di tornare indietro’’. Si è trattato di un intervento di urgenza. I prossimi step del progetto: monitorare le condizioni del lago con cadenza periodica e trovare il punto giusto per la reintroduzione delle 300 piccole felci cresciute in laboratorio.

Commenta su Facebook

Accadeva il 19 settembre

Simona Atzori e le sue mani basse: "Tra danza e pittura, sorrido sempre alla vita"

Falsa partenza per la Vetrya Orvieto Basket

Geotermia, Brega a difesa del territorio: "Basta giochini, pronto a chiedere il Referendum"

Una politica, quella renziana, non al passo con i tempi

Biomasse, Agricola Macchia Alta Srl: "La verità è un'altra"

Gsd Romeo Menti, il settore giovanile in visita al Museo del Calcio di Coverciano

Nuova seduta per il consiglio comunale. L'ordine del giorno

"Poraneggiando" con i "Cavalieri del Torrione", a Bomarzo con "Percorsi Etruschi"

Ufficializzato l'ingresso di Allerona nel club de "I Borghi più belli d'Italia"

Olimpieri (IeT): "Vogliono salvare il Crescendo con i nostri soldi"

"Aspettando Altrocioccolato", il commercio equo e solidale fa festa in Piazza Mazzini

Giornata mondiale del malato di Alzheimer, festa alla residenza protetta "Non ti scordar di me"

Gianfranco Foscoli in concerto a Colonia. Conquista gli States e va in onda su Canale Italia

Lavori pubblici, il Comune utilizzerà l'Elenco Regionale delle Imprese da invitare alle procedure negoziate

Caccia vietata il 21 settembre nelle aree interessate dalla visita di Mattarella e Papa Francesco

Pali spezzati dal maltempo, da mesi nessuno interviene

La Parrocchia del Duomo festeggia i Santi dei Rioni

"Anonimi elettori" interrogano l'ex consigliere comunale Cristiano Federici

Notte dei Ricercatori, al CSCO c'è il convegno "Scolar-Mente: divulgazione del metodo scientifico"

Stefano Baldi, un pievese ambasciatore italiano a Sofia

Biomasse, "Passione Civica" contro-replica: "Ci interessa il risultato"

Sessantenne di Monteleone muore schiacciato dal crollo del solaio

Al via anche in Umbria la campagna congiunta di sicurezza stradale "Edward"

Sisma, emergenza e ricostruzione al centro di incontri con parlamentari e organizzazioni sindacali

Meteo

mercoledì 07 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 9.1ºC 94% discreta direzione vento
15:00 8.8ºC 90% discreta direzione vento
21:00 4.4ºC 97% buona direzione vento
giovedì 08 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 8.6ºC 87% buona direzione vento
15:00 12.6ºC 55% buona direzione vento
21:00 7.5ºC 84% buona direzione vento
venerdì 09 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 10.7ºC 81% buona direzione vento
15:00 12.8ºC 69% buona direzione vento
21:00 6.6ºC 97% buona direzione vento
sabato 10 marzo
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 10.5ºC 92% buona direzione vento
15:00 11.6ºC 94% buona direzione vento
21:00 10.0ºC 98% foschia direzione vento

Previsioni complete per 7 giorni