ambiente

"Festa dell'Aria". Parrano BioDiversa riflette su qualità dell'aria e cambiamenti climatici

giovedì 19 ottobre 2017
di Davide Pompei
"Festa dell'Aria". Parrano BioDiversa riflette su qualità dell'aria e cambiamenti climatici

A maggio, la Festa della Terra. A giugno, la Festa dell'Acqua. A luglio, la Festa Medievale. Ed ora, la Festa dell'Aria dedicata all'importanza della qualità dell'aria per uno sviluppo rurale dei territori. Rientra tutto nell'ambito del progetto "Parrano BioDiversa" al quale il più piccolo tra i Comuni dell'Alto Orvietano, l'87esimo per popolazione su 92 dell'Umbria, lavora dal 2016, partendo dalle risorse naturali con l'intenzione di valorizzarle e salvaguardarle per le generazioni future.

E, al tempo stesso, promuovere e rilanciare lo sviluppo del territorio. Grazie alla collaborazione con l'Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale dell'Umbria e il Dipartimento di Scienze Agrarie e Alimentari dell'Università degli Studi di Perugia, che hanno monitorato per mesi l'aria di Parrano, il Comune può ora avvalersi di dati scientifici che attestano la qualità dell'aria e dare il via a progetti di valorizzazione di questa risorsa a beneficio di un intero territorio e della sua comunità.

La Festa dell'Aria inaugura il progetto "Respira-Parrano" con cui il Comune desidera essere "protagonista di un futuro possibile, a partire da una riflessione condivisa sul rapporto tra qualità dell'aria, cambiamenti climatici, biodiversità, cercando di contribuire a che, dopo quasi un anno dall'entrata in vigore dell'accordo di Parigi, si metta in moto il cambiamento culturale necessario per raggiungere l'obiettivo dello sviluppo sostenibile".

"Come umbri – afferma il sindaco Valentino Filippettidobbiamo salvaguardare il nostro inestimabile patrimonio ambientale, come persone non possiamo non impegnarci per il futuro dei nostri figli e come amministratori pubblici siamo chiamati a dare il nostro contributo per costruire processi economici e sociali che garantiscano equità e sostenibilità". L'appuntamento è per sabato 28 ottobre alle 15 nella Sala del Castello di Parrano.

Ad aprire i lavori, alla presenza di esperti del settore, rappresentanti istituzionali, ricercatori e docenti universitari, ma anche scuole e associazioni del territorio, saranno i saluti del primo cittadino e la presentazione dello studio su "La biodiversità nel nostro territorio" a cura di Cristina Maravalle, dirigente scolastica dell'Istituto Professionale per l'Agricoltura e l'Ambiente "Bruno Marchino" di Fabro. "L'aria di Parrano rende sostenibili" è il tema dell'intervento di Walter Ganapini, direttore generale di Arpa Umbria.

A seguire, l'illustrazione dei risultati del primo monitoraggio aereo biologico di Parrano a cura di Emma Tedeschini (DSA3 – Università di Perugia) e la tavola rotonda su "L'Umbria consapevole del proprio patrimonio – Futuro sostenibile" moderata dal giornalista Piero Di Pasquale, alla quale artecipano Marsilio Marinelli, sindaco di San Venanzo, Karl Ludwig Schibel ("Alleanza per il Clima" Onlus), Antonio Speranza, presidente del Consorzio Interuniversitario Nazionale per la Fisica delle Atmosfere e delle Idrosfere.

Attesi, inoltre, monsignor Benedetto Tuzia, vescovo della Diocesi di Orvieto-Todi, Luca Lo Bianco, direttore scientifico della Fondazione Montagne Italia, Francesco Paola, presidente del Comitato promotore per l'istituzione della Riserva Mondiale MAB-UNESCO del Comprensorio del Peglia – Candidatura della Repubblica Italiana per l'anno 2017 e Hassan Abouyoub, ambasciatore del Regno del Marocco. Le conclusioni sono affidate alla presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini.

Per ulteriori informazioni:
075.51596200 – ufficiostampa@arpa.umbria.it 

Commenta su Facebook

Accadeva il 24 ottobre

Premio ai Manetti Bros. al quinto Festival del Cortometraggio "Filoteo Alberini"

Quindici punti all'ordine del giorno per la nuova seduta del Consiglio Comunale

Eventi "da paura" al Moby Dick di Orvieto Scalo. Si inizia con la mostra "Joker: Caos & Follia"

Federconsumatori: "Pendolari ancora penalizzati e la Regione non risponde"

"In Biblioteca", letture a tempo di rock e focus sulla beat generation

Il sottosegretario del Mibact Ilaria Borletti Buitoni in visita al Castello di Alviano

Azzurra Ceprini manca l'appuntamento, Alghero domina

Michela Ciarrocchi commenta la prima vittoria della Zambelli Orvieto

"Tre sere d'autunno", rassegna al femminile. Natalia Magni porta in scena "Un cottage tutto per sé"

Le Crete. "Immediata, la convocazione della Commissione Capigruppo"

Riparte "I Venerdì della Biblioteca". Domenico Starnone presenta il libro "Scherzetto"

La rivista Mastro Pulce sceglie il crowdfunding. Come diventare sostenitori

Nuovo progetto ampliamento 2° Calanco, Cecchini: "Comune sarebbe disponibile"

De Vincenzi (RP) sui rifiuti: "Umbria da cuore verde d'Italia a discarica a cielo aperto"

Premio "Umbria in Rosa 2017". Quindici, le donne umbre che riceveranno il riconoscimento

"Biblioteche come luogo di comunità e conoscenza"

Volantinaggio al "Gualterio". Solidarietà dell'amministrazione comunale alla dirigenza

Al Palazzo del Popolo la conferenza dell'Associazione HHT per la Teleangectasia Emorragica Ereditaria

Sì del Consiglio Provinciale al Piano di riorganizzazione della rete scolastica e offerta formativa

Orvieto tra le dieci città dell'Umbria che aderiscono alla Giornata Regionale della Sicurezza Stradale

"Viabilità e parcheggi, per quell'idea di città che non si intravede all'orizzonte"

Nevi (FI): "Smentite le promesse della Giunta Marini. E i 5 Stelle dove sono?"

Sarà recepito anche in Umbria il protocollo Anci-Fnsi sugli uffici stampa pubblici

Associazione Stampa Umbra, eletto il nuovo direttivo. Marco Baruffi presidente

Lotta all'evasione fiscale, rafforzati gli interventi da parte del Comune

Via al ciclo di conferenze "Un caffè con la storia". Il calendario degli incontri

"Corso internazionale per accoglienza e gestione flussi profughi e rifugiati"

Allarme Libreria dei Sette. Qualche considerazione e qualche domanda a Gnagnarini

Le scuole di 11 Comuni in campo per "Conoscere il Lago di Bolsena"

"Governo e Poste Italiane penalizzano i cittadini, i sindaci si uniscano e dicano no!"