ambiente

Non solo Alfina, l'esito dell'assemblea "No Geotermia" a Ischia di Castro

mercoledì 21 giugno 2017
Non solo Alfina, l'esito dell'assemblea "No Geotermia" a Ischia di Castro

Due onorevoli, altrettanti consiglieri regionali, più di venti sindaci, una decina tra comitati e associazioni, oltre duecento persone a fare da pubblico. Questi i numeri dell’assemblea aperta promossa dal comitato “Farnese – Ambiente, salute e territorio”, svoltasi ad Ischia di Castro lo scorso lunedì pomeriggio nel salone dell’auditorium comunale.

Tema del giorno: “No alla geotermia”. Argomento ampiamente sviscerato in apertura dai rappresentanti del gruppo di lavoro farnesano. E proprio sulla geotermia a media-alta entalpia (quella cioè destinata alla produzione di energia elettrica) si è concentrato l’intero dibattito della tavola rotonda. “La Tuscia è sotto assedio – ha ricordato il Comitato – solamente nel raggio di quattro chilometri da Ischia di Castro e Farnese ci troviamo alle prese con tre progetti. La centrale di Latera è tornata a far parlare di sé, Enel Green Power vorrebbe riaprirla. A valle, nel medesimo sito, una ditta privata con sede in Viterbo è intenzionata a creare una seconda centrale. Se non bastasse tra Farnese ed Ischia sono previsti altri quattro pozzi esplorativi. Pensiamo poi ai progetti proposti per l’Alfina e per il lago di Vico. Invitiamo la provincia intera ad organizzarsi”.

Il microfono, a seguire, è passato al sindaco di casa, dottor Salvatore Serra, che ha patrocinato l’iniziativa ricordando che “solo attraverso un’unità di intenti potremo scongiurare tale minaccia. Prestiamo attenzione, e ricordiamoci di ascoltare le popolazioni che ci hanno eletto come loro rappresentanti”.

A ruota il primo cittadino di Farnese, Massimo Biagini: “Confermo la necessità di un fronte comune – il suo pensiero – partendo magari dalla sottoscrizione del documento di contrarietà partito proprio in un nostro consiglio comunale, e firmato da diversi colleghi”.

L’onorevole Alessandra Terrosi si è concentrata sulla difficoltà di gestione di determinate manovre burocratiche. “E’ folle che Enel riproponga qua a Latera un progetto che già nel 2002 non ha funzionato. E che anche sull’Alfina sta dando problemi trasversali. Queste società però, il più delle volte poco credibili da un punto di vista strategico ed economico, sanno bene come muoversi nei meandri burocratici. Uniamoci in una battaglia che si preannuncia assai dura”.

Altro onorevole, Alessandro Mazzoli: “Serve un documento, un’espressione di indirizzo, una base di lavoro. Non ci si può riunire solo dinnanzi al pericolo, sarebbe doveroso programmare prima una strategia di sviluppo che precluda tali speculazioni. Questa terra è da troppo tempo oggetto di predatori occasionali, basta. Qui non ci sono elementi necessari per lo sviluppo di tali idee”.

Ampio e tuonante l’intervento del consigliere regionale Enrico Panunzi: “Questa è un’invasione. Non se ne può più. Ho appena riscritto all’area Via della Regione per sapere se la mia moratoria, ferma da un po’, può essere applicata, o integrata e sviluppata affinché metta uno stop al proliferare di questi progetti geotermici. Creiamo una struttura provinciale, un coordinamento, organizziamoci. E nel dubbio vale sempre il criterio di precauzione, nel dubbio le cose non si fanno mai. Si opera solo dinanzi alle certezze”.

La giornata si è chiusa con una carrellata di pareri di numerosi sindaci: Buzzi di Gradoli, il neo-eletto Di Biagi di Latera, Giustiniani da Cellere, Mengoni per Ronciglione, Ghinassi di Acquapendente che sta affrontando il medesimo dilemma sull’Alfina, Gentili da Pitigliano, il consigliere comunale di Montefiascone Venturini. Presenti infine un folto numero di autorità, di addetti ai lavori, di cittadini preoccupati per il loro futuro.

Comitato Farnese - ambiente, salute e territorio

Commenta su Facebook

Accadeva il 17 novembre

Tanta Umbria, ancora poco Orvietano nell'Atlante dei Cammini d'Italia

Mostrare per esserci, il progetto di cartellonistica per rifondare sulla bellezza Salci

Chiusa la fase congressuale del Pd, Scopetti confermato segretario

Pendolari sul piede di guerra: "Il futuro dei treni a Orvieto e il silenzio degli amministratori"

Tari, tariffe corrette e conformi alla normativa. Creta: "Non ci sono stati errori"

L'Orvietana punta il Castel Del Piano per riscattarsi dalla sconfitta

A Magione si corre l'Individual Race Attack, tanti orvietani al via

La Filarmonica festeggia Santa Cecilia. Concerto al Teatro Concordia

Parlare di violenza sulle donne per cambiare prospettiva. In Biblioteca, tre appuntamenti

Visita Pastorale del vescovo Benedetto Tuzia. Il decreto di indizione

Alla Rocca dei Papi, conferenza sul genio di Michelangelo

"Orvieto in Philosophia". Per la città della sapienza, Festival di Filosofia in Dialogo e Decade Kantian

Confetti rossi per Alessandra Polleggioni, prima laureata in Informatica Umanistica dell'Orvietano

Scuole, Variati (Upi): "Del totale dei fondi generali solo il 14 per cento destinato alle Superiori"

Ladri in azione in pieno giorno. Paura sull’Alfina

L'Università dell'Arizona presenta il progetto del Museo Archeologico "Poggio Gramignano"

In tanti agli Stati generali della Scuola. Bartolini: "Temi vitali per il futuro dei nostri giovani"

Anas, investimenti per quasi 200 milioni di euro per servizi di progettazione definitiva e fattibilità tecnico-economica

Monte Peglia e Provincia Autonoma di Bolzano, esperienze a confronto per il riconoscimento Mab Unesco

"La Natività ad Orvieto". Decima edizione per il concorso dei presepi, come partecipare

Al Museo di Palazzo Davanzati a Firenze, si presenta il volume di Lucio Riccetti

Giornata di studio su gestione pazienti con Bpco, integrazione Ospedale-Territorio

Al Museo Emilio Greco si presenta il volume "Cristo e il potere. Teologia, antropologia e politica"

Liberati (M5S): "Alta velocità? Poco chiare le risorse, Umbria tagliata fuori dalle opportunità"

Sostanze tossiche, rischio sismico. Consegnata la diffida ai sindaci

"100 Mete d'Italia", riconoscimenti a Monteleone d'Orvieto e Civita di Bagnoregio

"Il Tabarro" di Puccini risuona al Museo della Navigazione nelle Acque Interne

La Quercia

"Non fate come me". A Caffeina Incontri, l'esordio letterario di Massimiliano Bruno