ambiente

Lettera aperta del sindaco Daniele Longaroni ai cittadini

mercoledì 25 febbraio 2015
Lettera aperta del sindaco Daniele Longaroni ai cittadini

In merito all'allerta generatasi nella cittadinanza dal progetto di realizzazione di un impianto alimentato a biomassa legnosa per la produzione di energia elettrica e calore nell'Altopiano dell'Alfina, a nome dell'amministrazione comunale il sindaco di Castel Viscardo Daniele Longaroni ha indirizzato una lettera aperta ai cittadini in cui anticipa la volontà di convocare a breve un'assemblea istituzionale per fare chiarezza sull'argomento. Di seguito il testo:

Cari concittadine e concittadini,

Sto riscontrando che tra la popolazione continua a circolare un’informazione distorta che, in modo strumentale, alimenta un ingiustificato allarme tra la popolazione circa la realizzazione di vari impianti a biomasse in questo territorio.

Intendo ribadire che agli atti di questa amministrazione risulta presentata una sola istanza di “Procedura Ambientale Semplificata” per la realizzazione di un impianto alimentato esclusivamente a cippato di legna vergine della potenza di 199Kw nell’area destinata ad attività produttive, in località Alfina.

La procedura amministrativa dell’istanza è ancora in itinere, avendo richiesto questa amministrazione integrazioni e pareri tecnico/amministrativi agli organi preposti e, pertanto, ad oggi, non risulta autorizzato alcun impianto.

La mia prima preoccupazione è certamente la salvaguardia della salute pubblica e, per garantire questo, mi avvalgo degli organi istituzionali che lo Stato mi mette a disposizione (A.S.L., Agenzia Regionale Protezione Ambiente, Autorità giudiziaria, ecc.) assicurando, soprattutto su questo, il mio personale impegno al rispetto rigoroso delle normative, avendo scelto di vivere con la mia famiglia su questo territorio.

Ho avuto modo di incontrare alcuni rappresentanti del neo costituito Comitato “Garanzie per la centrale a biomasse“ ai quali ho illustrato la situazione dando loro la disponibilità a fornire tutte le informazioni riguardanti il progetto, nel rispetto della normativa sulla trasparenza degli atti amministrativi.

Come già annunciato in precedenza, sarà mia premura, appena raccolte tutte le disponibilità e i dati richiesti, convocare un’assemblea pubblica alla presenza di esperti ambientali, del mondo della ricerca, sanitario ed istituzionale al fine di riportare una corretta e approfondita informazione sull’argomento sia dal punto di vista tecnico che scientifico.

Resto comunque a disposizione per qualsiasi chiarimento.


Questa notizia è correlata a:

Il comitato "Garanzie per la centrale a biomassa" indice un'assemblea pubblica

Commenta su Facebook