ambiente

Adottato il piano comunale di classificazione acustica

mercoledì 16 ottobre 2013
Adottato il piano comunale di classificazione acustica

"E' lo strumento di legge scaturente dalla normativa nazionale e regionale. Strumento importante per la qualità della vita dei cittadini e lo sviluppo armonico della città. Lo studio, che prende in esame sei diverse tipologie di aree, è stato avviato circa due anni fa al fine di supportare il PRG anche con questo strumento che si avvale di informazioni fra loro integrate. Da una elaborazione preliminare sono poi seguiti rilievi fonometrici nelle varie zone. Con questo piano si completa in sostanza un percorso di qualità della vita del territorio".

Così, in consiglio comunale l'assessore all'ambiente Claudio Margottini ha illustrato il piano comunale della classificazione acustica che suddivide il territorio in zone acusticamente omogenee, a cui corrispondono i limiti massimi dei livelli sonori equivalenti consentiti. Obiettivo, quello di tutelare dal degrado le zone non inquinate ma anche risanare quelle dove si riscontrano livelli di rumorosità ambientale non compatibili con il benessere e la salute dei residenti.

"Le criticità nella periferia - aggiunge - sono state rilevate con le misure fonometriche, che hanno rilevato un importante superamento del limite diurno e notturno. Lo stesso vale per la zona dell'Ospedale. Le situazioni su poter intervenire scaturiscono dal piano comunale di risanamento per il quale vanno approntate soluzioni e risorse. In riferimento al rapporto con FS per i problemi del rumore ad Orvieto Scalo, questo strumento ci da sicuramente maggiore capacità di contrattazione sui tavoli preposti. Le attività di controllo sono in capo all'Ufficio Ambiente ed Arpa Umbria. Il controllo è sicuramente un punto fondamentale che dobbiamo fare in modo che sia efficace a tutela dei cittadini".

Commenta su Facebook