ambiente

Il Consiglio Comunale di San Venanzo contrario all'unanimità al parco eolico sul Peglia. Diffidata al rilascio delle autorizzazioni la Provincia di Terni

domenica 17 febbraio 2013
Il Consiglio Comunale di San Venanzo contrario all'unanimità al parco eolico sul Peglia. Diffidata al rilascio delle autorizzazioni la Provincia di Terni

Pubblichiamo, su segnalazione del gruppo di minoranza "Il coraggio di cambiare" di San Venanzo, la delibera di giunta contraria alla realizzazione dell'ipotizzato Parco eolico sul Peglia: delibera condivisa dal Consiglio Comunale di San Venanzo all'unanimità nella seduta straordinaria del 13 febbraio 2013.
La delibera condivisa è pubblicata all'albo pretorio del Comune di San Venanzo in data 4 febbraio 2013 e è scaricabile al seguente link http://www.comune.sanvenanzo.tr.it/it/albo_pretorio.html

COMUNE DI SAN VENANZO
PROVINCIA DI TERNI
DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 19 DEL 23.01.2013
OGGETTO: PROGETTO REALIZZAZIONE DI DUE IMPIANTI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA EOLICA IN LOC. "LA
MONTAGNA" E "POGGIO DELLA CAVALLACCIA"- OSSERVAZIONI

...omissis...
- Vista la istanza prot. N. 3635 del 26 luglio 2012 presentata dalla Società Innova Wind S.r.l. , con sede a Napoli, per la costruzione e l'esercizio di un impianto per la produzione di energia elettrica alimentato da fonte energetica rinnovabile eolica della potenza di 23 MWp, in località La Montagna, nel comune di San Venanzo;

- Vista la istanza prot. N. 3637 del 26 luglio 2012 presentata dalla Società Innova Wind S.r.l., con sede a Napoli, per la costruzione e l'esercizio di un impianto per la produzione di energia elettrica alimentato da fonte energetica rinnovabile eolica della potenza di 18,4 MWp, in località Poggio della Cavallaccia, nei comuni di San Venanzo e
di Parrano;
- Visti gli avvisi della Provincia di Terni -Settore Ambiente e Difesa del Suolo -Servizio Gestione Bonifiche e Fonti Rinnovabili -Ufficio Elettromagnetismo, Fonti Energetiche Rinnovabili ed Acustica, pubblicati in data 22 gennaio 2013 presso l'albo pretorio del Comune di San Venanzo;
- Vista la DGP n. 59/2009;
- Preso atto del documento allegato;
- Ritenuto di rappresentare gli interessi pubblici e diffusi delle comunità del Comune di San Venanzo e degli altri comuni limitrofi;
- Ad unanimità di voti
DELIBERA
- Di approvare le osservazioni contenute nel documento allegato, che costituisce parte integrante e sostanziale della presente deliberazione, in merito al progetto di realizzazione di due impianti per la produzione di energia elettrica alimentato da fonte energetica rinnovabile eolica della potenza rispettivamente di 23 e 18,4 MWp, in località La Montagna e il località Poggio della Cavallaccia nei Comuni di San Venanzo e di Parrano, presentati dalla Società Innova Wind, esprimendo parere contrario alla realizzazione;
- Di sottoporre il documento allegato, per i successivi adempimenti del caso, all'approvazione del prossimo Consiglio Comunale del Comune di San Venanzo, possibilmente riunito in seduta congiunta al Consiglio Comunale del Comune di Parrano e di altri Comuni del territorio orvietano interessati a vario titolo dalla realizzazione del parco
eolico;
- Di inviare il presente atto alla Provincia di Terni -Settore Ambiente e Difesa del Suolo -Servizio Gestione Bonifiche e Fonti Rinnovabili - Ufficio Elettromagnetismo, Fonti Energetiche Rinnovabili ed Acustica;
- Di rendere il presente atto immediatamente esecutivo ai sensi di legge, con apposita ed unanime votazione. 

ALL. SUB. LETT. "A" (condiviso dal Consiglio Comunale, ndr)

La Giunta Comunale del Comune di San Venanzo esprime forte preoccupazione per il notevolissimo impatto ambientale derivante dalla eventuale realizzazione di due impianti per la produzione di energia elettrica alimentati da fonte energetica rinnovabile eolica della potenza rispettivamente di 23 e 18,4 MWp, in località La Montagna e in località Poggio della Cavallaccia, nei Comuni di San Venanzo e di Parrano.
Si pone l'attenzione sulle dimensioni dei due impianti che, se realizzati così come previsto nel progetto, andrebbero ad occupare un'area molto vasta e, di conseguenza, altererebbero pesantemente l'ambiente naturale tipico della zona del Monte Peglia. Il caratteristico paesaggio verrebbe irrimediabilmente alterato, con gravissime conseguenze anche sulla flora e la fauna locali, considerate di particolare valenza naturalistico-ambientale.
L'area interessata ricade nello S.T.I.N.A. (Sistema Territoriale di Interesse Naturalistico ed Ambientale) ed è nelle immediate vicinanze del Parco Naturalistico Elmo-Melonta. Appare quindi evidente che le opere proposte, per le dimensioni e per l' estensione, risultano decisamente incompatibili con un ambiente attualmente salvaguardato e protetto, che verrebbe invece alterato nelle sue peculiari caratteristiche.
Oltre alla realizzazione di ben 18 pale eoliche, alte complessivamente circa 150 metri, si deve considerare anche una serie di opere aggiuntive ugualmente incompatibili con l'ambiente naturale, che comporterebbero lo sconvolgimento della viabilità esistente e il devastante disboscamento dell'area montana.
Un parco eolico di queste dimensioni, inoltre, comporterebbe un gravissimo disagio anche per la popolazione della zona, in particolare per gli abitanti della frazione di Ospedaletto, situata a brevissima distanza dagli aerogeneratori, e per le attività economiche del settore turistico che già soffrono per la crisi.
La Giunta Comunale del Comune di San Venanzo, si fa portavoce della preoccupazione della cittadinanza ed esprime un parere assolutamente contrario alla realizzazione dei due impianti per la produzione di energia elettrica alimentati da fonte energetica rinnovabile eolica della potenza complessiva di 41,4 MWp, in località La Montagna e in località Poggio della Cavallaccia.
Si diffida pertanto la Provincia di Terni al rilascio delle autorizzazioni inerenti le suddette istanze.

Pubblicato da Non meravigliato il 17 febbraio 2013 alle ore 17:03
.....come da copione , sempre contrari a priori a tutto anche all'energia pulita , nel comprensorio è di moda .
Bisognerebbe che alle comunità che rifiutano venisse tolta la disponibilità di pari potenza .
In Europa , Olanda - Germania - Danimarca ecc. dove hanno installato ettari di foreste di pale ........ anche vicino a centri abitati ? Svegliamoci non facciamoci rovinare da falsi ambientalisti , è quello che vogliono determinate lobby........
Pubblicato da Laura Ricci, direttora Orvietonews.it Non meravigliata il 17 febbraio 2013 alle ore 17:36

neanche io mi meraviglio di chi non si meraviglia... Tuttavia, per dovere di cronaca e per personale convincimento, non presterò il nostro giornale a nessuna demagogia, né di falsi ambientalisti, né di integralisti, né di superficiali modernisti. Legga, per favore, il documento dei sindaci e degli amministratori di centro sinistra: http://www.orvietonews.it/it/index.php?id=33571 Nessuno è contrario a priori, si è solo contari a impianti fuori scala.

Pubblicato da giulio amadei il 17 febbraio 2013 alle ore 17:55
Gentile anonimo, nel suo breve commento cita tre nazioni. Allora: L'Olanda fa molto turismo e convive con eolico e nucleare, è vero, ma è anche vero che stiamo parlando di turismo sessuale e/o droghereccio, infatti quando un giovane o una giovane prenota un volo per Amsterdam, e lo rende noto, è tradizione prenderlo in giro per i motivi di cui sopra. Germania e Danimarca producono torri eoliche, insieme alla Norvegia stanno cambiando i connotati al mondo. A noi ci inginocchiano davanti al loro spread due volte. La prima vendendoci gli impianti eolici, la seconda distruggendo il nostro ambiente. O forse ci sta suggerendo di seguire le orme turistiche neederlandesi?
Pubblicato da Un cittadino il 17 febbraio 2013 alle ore 22:46
Cara Direttrice,
sarebbe stupendo se il giornale venisse prestato ai lettori, a tutti quei cittadini che hanno un'opinione e la vogliono esprimere liberamente, al di là di qualsivoglia connotazione politica.
Sarebbe bello se questa testata divenisse una palestra di civiltà e democrazia, per cui dalla pluralità delle voci possa nascere una coscienza sociale che identifichi l'intera comunità.
Sarebbe bello che ognuno di noi le idee se le possa coltivare, senza farsele imporre.
Sarebbe bello leggere le motivazioni dei cittadini e non le "veline" di partito.
Signora Ricci, per una volta, ci faccia sognare una realtà migliore.
Grazie anticipatamente.
Pubblicato da Un cittadino il 17 febbraio 2013 alle ore 22:50

Germania e Danimarca producono torri eoliche, insieme alla Norvegia stanno cambiando i connotati al mondo. Vuoi mettere, infatti, con gli ameni paesaggi nei dintorni di Chernobyl o Fukushima? Ambiente intatto ed incontaminato al 110% ! Non c'è confronto...

Pubblicato da Laura Ricci, direttora Orvietonews.it il 17 febbraio 2013 alle ore 23:14
Ricominciamo con le solite polemiche con la "Signora Ricci", "Un cittadino" (che sospetto essere saccente cittadina)? Mi pare che tutti stiano commentando liberamente e democraticamente e lei è davvero e sempre provocatorio/a e irritante. L'ho pregato/a molte volte, inoltre, visto che varie volte ha mostrato di avere cultura cruschista, di non chiamarmi "Signora Ricci", ma Direttora o Dott.ssa Ricci, come a un direttore di giornale che ha una laurea si confà. Basterà questo, la prossima volta, a non farmi pubblicare il suo commento. Grazie!
Pubblicato da anonimo per forza il 22 ottobre 2014 alle ore 16:09
E' notorio: l'eolico non produce energia "pulita" (alquanto esigua) ma ricchezza sporca per la malavita organizzata distruggendo i paesaggi italiani (che sono l'unica ricchezza che abbiamo)!
Possibile che ancora non lo si capisca!? E' ancora più grave che il governo continui ad incentivare questo disastro. Siamo sicuri che "la trattativa" non sia una preoccupante ed attuale realtà?!
(non sono nè un ambientalista, nè un pericoloso attivista politico di qualsiasi estrazione, ma solo un italiano che spera di salvare il salvabile).

Commenta su orvietonews

Inserisci un commento

Per dare più forza alle tue idee usa la tua vera identità. Puoi anche usare uno pseudonimo.

È obbligatorio inserire la tua e-mail.

È obbligatorio specificare un valore.Formato non valido.

Spunta questa opzione, per rimanere aggiornato: riceverai una e-mail che ti avvisa ogni volta che verrà aggiunto un commento a questa notizia.

Numero massimo di caratteri: 1500

Note:
E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purché rispettoso della persona e delle opinioni. La redazione si riserva pertanto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi. Inviando un commento accetti le nostre regole di pubblicazione. Prima di inviare leggi l'informativa sulla Privacy. .

Commenta su Facebook

Accadeva il 26 aprile

Verso la fine dei vari campionati. Azzurra ancora in semifinale, verdetti in arrivo per le squadre orvietane

Tassare Internet sarebbe demenziale, piuttosto si riduca l’Iva al 10%

“Cantico delle creature”. Dall’1 al 10 maggio personale di pittura di Don Ruggero Iorio

Acquapendente. Cava di basalto delle Greppe. Precisazioni del C.I.S.A.

Alcune considerazioni di Roberto Antonini, fotografo naturalista

Ottimi cervelli dell'Orvietano. Da Montegabbione Fabio Roncella insegue il sole per la Pirelli

1° Memorial nazionale di atletica leggera "Luca Coscioni". Orvieto ricorda il suo "maratoneta"

Per Luca, con Luca. Il messaggio di Maria Antonietta Farina Coscioni

Ddl Lavoro, Cgil mobilitata anche in Umbria. Lavoratori in piazza a Perugia e Terni

Brignano raddoppia al Mancinelli. Recita straordinaria anche domenica 30 maggio

Azione Giovani Orvieto e Giovani della Sinistra Orvietana scendono in campo... un goal per Orvieto contro il Cancro

Dimissioni e manomissioni

Ancora sulla Musica. Il diritto al riposo e il diritto di esprimersi

Tessile. Nasce il polo produttivo IF Fashon. Ma la Grinta resta fuori

Auto impatta sul guard-rail lungo la Strada della Stazione. Illeso il conducente

Catiuscia Marini presenta la nuova Giunta Regionale

Controlli straordinari del Commissariato sul territorio. Decine di persone identificate e un fermato per guida in stato di ebbrezza

Il neo assessore Rossi: giusto assicurare adeguata rappresentanza a Terni nella Gointa regionale

L'amministrazione di Porano sul Bilancio. A breve l'approvazione del Consuntivo 2009

Meteo

mercoledì 26 aprile
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 17.8ºC 50% buona direzione vento
15:00 19.6ºC 52% buona direzione vento
21:00 13.5ºC 78% buona direzione vento
giovedì 27 aprile
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 15.0ºC 89% buona direzione vento
15:00 15.6ºC 82% buona direzione vento
21:00 12.9ºC 97% foschia direzione vento
venerdì 28 aprile
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 15.7ºC 52% buona direzione vento
15:00 15.8ºC 29% buona direzione vento
21:00 6.8ºC 68% buona direzione vento
sabato 29 aprile
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 13.9ºC 44% buona direzione vento
15:00 16.2ºC 40% buona direzione vento
21:00 8.2ºC 68% buona direzione vento

Previsioni complete per 7 giorni