ambiente

La Comunità Montana Monte Peglia e Selva di Meana rinnova l’impegno per la campagna antincendio boschivo 2008

sabato 12 luglio 2008
vo, che per le nostre zone presenta particolari rischi proprio nei mesi di luglio, agosto e parte di settembre. La Regione dell’Umbria con Determina Dirigenziale 4614/2008 ha approvato, nel rispetto della Legge 353/2000 e della Legge Regionale 28/2001, il documento operativo annuale per le attività AIB 2008. Come ormai consolidato nel tempo il modello organizzativo prevede una forte interconnessione tra la Regione dell’Umbria, le Comunità Montane dell’Umbria, Il Corpo Forestale dello Stato, il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco e le Associazioni di Volontariato. La Comunità Montana del Peglia metterà in campo tre mini squadre operative per la lotta attiva, ciascuna composta di due uomini e relativo mezzo antincendio, coordinerà l’attività sull’intero territorio di competenza, che si estende dall’Orvietano al Tuderte, mediante l’opera dei propri funzionari e tecnici. Come per gli anni trascorsi sono state attivate, da parte dell’Ente, accordi con le Associazioni di volontariato PROCIV dell’Orvietano, La Rosa dell’Umbria ed il gruppo comunale di Orvieto, finalizzati allo svolgimento di operazioni di perlustrazione ed avvistamento di eventuali focolai. “L’attività delle Associazioni di volontariato rappresenta un momento fondamentale dell’organizzazione – dichiara il Presidente della Comunità Montana Giorgio Posti - poiché permette segnalazioni tempestive ed un notevole abbattimento dei tempi di intervento. Gli uomini messi in campo per la lotta attiva sono operatori con esperienza, in alcune casi trentennale, in materia di incendi boschivi. Una novità per quest’anno è rappresentata da una collaborazione tra Regione Umbria e Regione Veneto, voluta dal Dipartimento Nazionale della Protezione Civile nel quadro degli aiuti da parte delle regioni del nord a favore delle regioni del sud, che si sostanzierà con la presenza per due settimane nel territorio della Comunità Montana di 10 volontari ed un funzionario regionale, i quali svolgeranno attività formativa e, laddove necessario, anche lotta attiva. “La Comunità Montana farà, come da molti anni, la propria parte – afferma ancora Posti - ma riteniamo che una parte fondamentale la debbano svolgere tutti i cittadini con comportamenti corretti e responsabili, avendo presente che il patrimonio ambientale è fonte di vita per noi e per le future generazioni. Abbiamo l’obbligo morale di preservarlo”.Come ormai da oltre un trentennio siamo all’apertura della campagna antincendio boschivo

Commenta su Facebook

Accadeva il 18 febbraio

Giulio Scarpati all'Unitre. Con Valeria Solarino al Mancinelli per "Una giornata particolare"

Cede una porzione di muro, tecnici della Provincia al lavoro sulla SP 31

Ultima settimana di scuola aperta all'Istituto Artistico, Classico e Professionale

Al Palazzo del Gusto, corso di qualificazione professionale per sommelier Ais

Final Four Under 18 Eccellenza, la finale sarà Ellera-Todi

Anteas e Gruppo Famiglie Parrocchia S.Anna promuovono l'incontro "Invecchiare bene"

Lancia una bottiglia contro il muro del commissariato, denunciato un 37enne

Anche il Comune di San Venanzo aderisce a "M'illumino di meno"

Visite guidate a "San Giovenale. La chiesa e il quartiere nell'Orvieto medioevale"

Provincia, la Rsu chiede certezza su servizi, personale e bilancio

Emanuele Carelli presenta la raccolta di poesie "Celeste come i cieli"

Ridistribuite le deleghe, fino a nuove determinazioni

Il Tar conferma l'aumento della litigiosità tra cittadino e pubblica amministrazione

Campo da calcio di Ciconia "in abbandono", la Uisp fornisce chiarimenti

Proposta di legge sull'ambiente, prosegue in tutta l'Umbria la raccolta firme

A "Cinema intorno al mondo", è la volta di "Lagos. Notes of a city"

Vinti: "Le dimissioni scoperchiano la pentola del conflitto interno al Pd"

Tecnici Enel al lavoro, traffico interrotto in Via Magalotti

Umbria e Orvieto protagoniste a Praga. Intensa l'attività per rafforzare relazioni e progetti

Comune spento per "M'illumino di meno". Gli interventi per razionalizzare i consumi energetici

Presentato in Regione il volume "Umbria, paesaggi in divenire 1954/2014"