ambiente

Il testo integrale della nota stampa diffusa da Acea

mercoledì 23 gennaio 2008
La SAO S.p.A. che gestisce la discarica “Le Crete” nel Comune di Orvieto è stata acquistata da Acea nel luglio 2006, unitamente alle altre società facenti capo a Tad Energia Ambiente S.p.A. ed opera in regime di Qualità Aziendale (UNI EN ISO 9001:2000), Ambientale (UNI EN ISO 14001:2004) e della Sicurezza (OHSAS 18001:2007). L’autorizzazione al conferimento di rifiuti speciali non pericoloso è stata rilasciata dalla Provincia di Terni in attuazione della vigente pianificazione regionale in materia, che detta specifici parametri dal punto di vista quantitativo, puntualmente applicati. Sotto il profilo qualitativo, in sede autorizzativi nel corso del 2007, la tipologia dei rifiuti ammissibili è stata oggetto di una approfondita disamina a seguito della quale gli Enti preposti hanno confermato a SAO l’autorizzazione allo smaltimento di rifiuti speciali non pericolosi. Contestualmente sono state ridotte le diverse tipologie di rifiuti accettabili in discarica, che sono avviati allo smaltimento sulla base della normativa di settore nazionale e regionale ed a seguito di approfondite verifiche e puntuali controlli. Dopo l’acquisizione Acea ha avviato la definizione delle questioni di carattere amministrativo e contrattuale aperte tra la precedente gestione e l’Amministrazione Comunale di Orvieto, e non connesse con il procedimento giudiziario in corso, le cui partite economiche riguardano bilanci pregressi. Nello stesso tempo, ha condiviso con il Comune alcune ipotesi di futuro sviluppo ambientale che riguardano: - la realizzazione di un impianto fotovoltaico da implementare nell’area degli impianti de “Le Crete”; - la realizzazione di un impianto di produzione di energia elettrica, alimentato da biomasse vergini locali provenienti dalla manutenzione del verde e delle aree boschive, oltre che da nuove coltivazioni dedicate da impiantare in aree agricole dimesse; - la realizzazione di un impianto di selezione e trattamento meccanico delle scorie dei termovalorizzatori (rifiuto non tossico e non pericoloso), finalizzato al recupero e riutilizzo di tale tipologia di rifiuto come additivo nella produzione di cementi e calcestruzzi. Questi interventi si pongono in linea con gli obiettivi di produzione di energia da fonti rinnovabili e beneficiano, tra l’altro, degli incentivi previsti dalla recente legge finanziaria 2008.

Questa notizia è correlata a:

Strascichi da Repubblica: nessun termovalorizzatore ad Orvieto. Il Sindaco illustra i termini del futuro accordo tra Comune e Acea

Commenta su orvietonews

Inserisci un commento

Per dare più forza alle tue idee usa la tua vera identità. Puoi anche usare uno pseudonimo.

È obbligatorio inserire la tua e-mail.

È obbligatorio specificare un valore.Formato non valido.

Spunta questa opzione, per rimanere aggiornato: riceverai una e-mail che ti avvisa ogni volta che verrà aggiunto un commento a questa notizia.

Numero massimo di caratteri: 1500

Note:
E' nostra intenzione dare ampio spazio a un libero confronto purché rispettoso della persona e delle opinioni. La redazione si riserva pertanto di non pubblicare commenti volgari, offensivi o lesivi. Inviando un commento accetti le nostre regole di pubblicazione. Prima di inviare leggi l'informativa sulla Privacy. .

Commenta su Facebook

Accadeva il 25 febbraio

Meteo

domenica 25 febbraio
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 1.0ºC 89% discreta direzione vento
15:00 -1.0ºC 89% discreta direzione vento
21:00 -3.3ºC 88% discreta direzione vento
lunedì 26 febbraio
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 -4.1ºC 69% buona direzione vento
15:00 -3.7ºC 62% buona direzione vento
21:00 -7.7ºC 92% buona direzione vento
martedì 27 febbraio
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 -3.3ºC 67% buona direzione vento
15:00 -1.4ºC 57% buona direzione vento
21:00 -7.6ºC 87% buona direzione vento
mercoledì 28 febbraio
Ora Prev. Temp.Um % Vis. Vento
09:00 -2.3ºC 70% buona direzione vento
15:00 0.9ºC 73% buona direzione vento
21:00 -2.6ºC 91% discreta direzione vento

Previsioni complete per 7 giorni