ambiente

Una frana di 500m3 a Ficulle sulla srada della Servitella. A rischio anche l'acquedotto comunale

domenica 13 gennaio 2008
Si è staccata nella notte tra venerdì e sabato, dal versante sovrastante la strada comunale della Servitella a Ficulle, una frana di circa 500m3 che ha ostruito completamente l’asse viario sottostante, ponendo a serio rischio la condotta del civico acquedotto che rifornisce Ficulle capoluogo. L’area interessata allo smottamento è una zona vasta in dissesto, per cui il fenomeno verificatosi la scorsa notte, seppure al momento circoscritto, interessa una superficie ben più ampia che, fortunatamente, non è in prossimità di abitazioni. Tuttavia la strada comunale della Servitella è ampiamente trafficata per la presenza di orti ed allevamenti di piccolo bestiame. L’allarme è scattato nella mattina di ieri, sabato 12 gennaio, al ripetersi di una massa franosa più ampia che ha completamento ostruito la carreggiata della strada, lasciando a monte una zona a sbalzo molto pericolosa. La condotta dell’acquedotto è rimasta completamente “apppesa” su se stessa e, qualora il fronte dello smottamento dovesse ampliarsi, potrebbe essere a serio rischio la linea di rifornimento idrico. Sul posto è intervenuta la struttura tecnica dell’Intercom, la quale ha provveduto a comunicare la situazione al Dirigente del servizio Regionale di Protezione Civile dell’Umbria, Ing. Sandro Severi. L’Intercom, proprio da questa settimana ha attivo un servizio di reperibilità composto dal resposnsabile del servizio Giuliano Santelli e dal geom. Mario Gaddi del gruppo Comunale di Protezione Civile dell’orvietano. "La presenza volontaria del Geom. Gaddi - ha dichiarato Santelli - permetterà di affiancare ai vari tecnici comunali facenti parte dell’Intercom una presenza professionale di supporto quanto mai utile. Questo aspetto permetterà di intervenire prontamente, di rilevare in tempi immediati la situazione e successivamente allertare le strutture dei vari servizi regionali. In questo senso si è potuto concertare fin da subito con il Sindaco di Ficulle e il tecnico comunale e il Vicesindaco, presenti sul posto, un primo intervento di somma urgenza e di messa in sicurezza dell’area, in attesa che lunedì prossimo venga effettuato il sopralluogo da parte del servizio geologico regionale. Pensiamo che in questo modo si possa rispondere ad una esigenza più volte sollevata dai Sindaci del comprensorio orvietano, che vedono nella struttura dell’Intercom un valido punto di riferimento. Da lunedì, inizieranno comunque i lavori di messa in sicurezza della strada, ma soprattutto della condotta idrica; in questo senso è stata già data comunicazione alla S.I.I. da parte del Comune di Ficulle".

Commenta su Facebook