ambiente

Orvieto Ecocity. Consiglio Comunale aperto sul Progetto Ambiente venerdì 27 maggio

sabato 21 maggio 2005

Orvieto Ecocity” – iniziative per un territorio sostenibile” è l’argomento del Consiglio Comunale straordinario e pubblico che il presidente Evasio Gialletti ha convocato per venerdì 27 maggio alle 15,30
Al dibattito saranno presenti membri delle istituzioni regionali e provinciali, i sindaci del comprensorio, oltre che rappresentanti delle associazioni ambientali.
Conclusa la fase di elaborazione progettuale verrà partecipato il “Progetto Ambiente”, che verrà appunto discusso in questo Consiglio Comunale dedicato, a cui parteciperanno i rappresentanti delle istituzioni regionali, provinciali, dei Sindaci dei Comuni dell’Orvietano, delle associazioni ambientaliste e di categoria.

E' da questo Consiglio straordinario aperto - spiega il Presidente del Consiglio Comunale Evasio Gialletti – che scaturirà l’approvazione, da parte dell’Assemblea Civica, delle linee guida e di indirizzo generale per la sostenibilità locale che sono proprie del progetto Orvieto Ecocity”.

Per visualizzare l'ordine del giorno in dettaglio clicca qui

 “Il progetto – afferma l’Assessore all’Ambiente Nazareno Desideri – è il risultato dello studio effettuato in questi ultimi mesi dall’Ufficio Ambiente del Comune unitamente all’Ufficio Tecnico e Impianti e all’Ufficio del PRG, con la collaborazione del Palazzo del Gusto e della Regione Umbria che, nel dicembre 2004, ha autorizzato un finanziamento di 40.000 Euro a favore del Comune di Orvieto finalizzato ad iniziative volte al recupero di materie prime e/o energia dai rifiuti nell’ambito di un territorio sostenibile. Il progetto fissa anche le linee guida da perseguire nella direzione di azioni concrete da effettuare con successivi e specifici sviluppi progettuali nei seguenti campi applicativi: rifiuti, sostenibilità della struttura comunale, energie rinnovabili, territorio, certificazioni ambientali per le aziende che vorranno proporre le proprie attività sul territorio, comunicazione, cooperazione internazionale”.
“Il documento progettuale – aggiunge Desideri – è attualmente in fase di partecipazione da parte dell’Amministrazione Comunale con le associazioni di categoria, sindacali, dei consumatori e delle associazioni ambientaliste locali e dell’Arpa. Il progetto avrà anche una partecipazione di livello europeo attraverso convegni e seminari finalizzati all’applicazione dei progetti inseriti nel programma di attuazione del progetto che l’Amministrazione Comunale intende realizzare”.

Commenta su Facebook